• Danieli

Dal tronco all'ombrellone: come nasce un ombrellone in legno

Aggiornamento: 14 lug

"Dal tronco all'ombrellone" è che così che ad Alessandro, il nostro Mastro Artigiano, piace definire il processo di produzione degli ombrelloni in legno. Scopriamo con lui tutti i passaggi.


ombrellone in legno

Come si producono gli ombrelloni in legno?

Quando arriva il legno da lavorare, inizio prendendomi un po' di tempo per controllarlo. Verifico che non ci siano gravi deformazioni e nodi evidenti che possano interferire sulla funzionalità dei componenti.


Se tutto è apposto si comincia. I pezzi che realizziamo sono i pali per le strutture - sia a palo centrale, sia a braccio laterale -, i muscoli, le stecche e le forcelle, la pigna, il coprifilo.


La nostra non è una produzione in serie automatizzata. Siamo artigiani: lavoriamo ogni singolo pezzo. I tagli sono realizzati con una troncatrice a doppia lama, i fori con il trapano a colonna, scanalature e decorazioni con una fresa toupie.


Quali sono gli accorgimenti per far sì che l'ombrellone duri nel tempo?

La seconda fase della produzione dell'ombrellone è proprio dedicata a questo. Il legno è un materiale vivo, reagisce agli agenti esterni e si modifica.


I tipi di legno che abbiamo scelto - iroko, kotò e ontano - sono per loro natura molto resistenti all'acqua e all'umidità, ma non è sufficiente. Per aumentare la loro durata nel tempo, li proteggiamo con impregnante e vernice.


I trattamenti che facciamo sono a base d’acqua, emettono meno sostanze nocive rispetto a quelli con base a solvente e sono inodore. Con la tecnica dell'immersione ogni componente in legno viene completamente ricoperto. In più viene colorato con una delle due finiture a catalogo: legno naturale e noce.


Il telo: come viene confezionato?

Il telo è un'altra grande storia di manualità e artigianato che va ad arricchire l'ombrellone. Abbiamo un magazzino di stoffe. Grandi bobine colorate per realizzare i teli in base alla richiesta.


Il colore più richiesto è l'ecrù, ma a catalogo abbiamo altre 6 tonalità: bordeaux, verde foresta, giallo, tortora, caffè, testa di moro.


Essenzialmente il telo è formato da più spicchi cuciti assieme. Elemento immancabile è il camino anti-vento e, se richiesti, aggiungiamo i pendenti.

Con il tessuto realizziamo un altro elemento importante soprattutto per bar e ristoranti: la grondaia per lo scolo dell’acqua che unisce più ombrelloni creando una copertura unica per l’intero plateatico.


Ultimo step: il momento in cui tutto prende forma.

Questa è la mia parte preferita: vengono assemblati la struttura con lo scheletro sul quale si appoggia il telo e il meccanismo per l'apertura e la chiusura. Controlliamo che tutto funzioni e fissiamo il telo alle stecche.


Infine ci dedichiamo ai dettagli: fascette di copertura, viti, copriviti, staffe e la targhetta con il nostro marchio e i colori del Made in Italy.

Ora l'ombrellone è pronto per essere spedito al cliente.


Dai un'occhiata agli ombrelloni in legno costruiti dal Mastro Artigiano Danieli.




130 visualizzazioni0 commenti